Erika Alfridi ed Armando Zambaldo: i due volti della marcia veronese

(foto per gentile concessione di Vittorio Visini www.multimediavisini.com, il Portale della Marcia atletica, visitalo per conoscere meglio i nostri campioni)

Armando Zambaldo Vittorio Visini 1975 S.Remo 8 Nazioni 20 km Armando, Trenkel(204), Gauder(205) 1976 Ascoli Piceno 20 km Vittorio Visini e Armando Zambaldo
1977 Ascoli Piceno 20 km Visini, Zambaldo De Nicola 1978 Ascoli Piceno 20 km Visini, Zambaldo 1978 Roma 10 km pista da dx: Bellucci, Buccione, Giorgio e Maurizio Damilano, Zambaldo
1982 la squadra di cross della GS Eccocasa: Erika è la 2a da sx    
Dopo l'incontro con Armando Zambaldo Erika scrive la storia bella della marcia italiana
   
qui tra Sidotti e Perrone

ERIKA ALFRIDI  è nata a Tregnago (Verona) il 22 febbraio 1968 ma vive a Milano, dove si è trasferita per allenarsi con il gruppo di Pietro Pastorini presso la Snam di San Donato Milanese, alta 168 cm e pesa 51 kg. Inizia l'attività all' età di 9 anni con il mezzofondo, per poi passare alla marcia, a 16 anni, sotto la guida dell' ex azzurro Armando Zambaldo (FFGG). Gareggia da allieva nella società G.S.Eccocasa di Dario Bergamini e quindi nella Paf inizia la sua lunga…Marcia. I primi risultati arrivano nel  1996, con il titolo italiano indoor nei 3.000 mt e quello nei 5.000 mt ottenuto ai Societari. Il  1997 è invece l'anno dell'esplosione: è tricolore indoor, campionessa d'Italia nella 20 km, con il record europeo (1' 28"13), e 5^ nella 10 km ai Mondiali di Atene. Nel 1998 conquista la 5 km ai campionati italiani e l'argento agli Europei di Budapest nella 10 km vinta dall' amica Anna Rita Sidoti. Dal 1999 si dedica in particolar modo alla 20 km cogliendo fino al 2002 i risultati più significati. Nel 1999 è 6^ ai Campionati del mondo a Siviglia. Nel 2000 Ai giochi olimpici di Sidney si classifica 4^ nella 20 km, nel 2001 è prima ai giochi del mediterraneo a Rades in Tunisia e 4^ in Coppa del mondo ad Edmonton in Canada.

Nel 2002 partecipa ai Campionati Europei a Monaco e coglie il 3° posto, poi a Torino vince la IAAF World Race Walking Cup. (note a cura IAAF)